Non pensarci. Come lasciare andare il passato

Lasciare andare il passato

Vivi nel passato?


Ti capita spesso di pensare alle persone di ieri, a ciò che ora non c’è più? Agli errori commessi da altri o da te stesso, errori irreparabili di cui ti penti profondamente e per i quali ti giudichi costantemente? Fai fatica a lasciare andare il passato?

Tanto indietro non si può tornare” una voce interiore ti dice. E ha ragione, lo sai pure tu.

Eppure, continui a rimuginare su questo e su quello. Ti colpevolizzi, colpevolizzi gli altri. Sei duro con la vita perché credi che la vita lo sia stata con te. Provi rabbia, tristezza, amarezza per le “cose ingiuste” che hai subito. O anche per le “cose belle” che ora sono finite.

Se è così che ti senti, ti chiedo di continuare a leggere. Perché ho qualcosa da dirti.

Non puoi dimenticare, ma lasciare andare


Il segreto non è dimenticare, ma lasciar andare. E quando tutto sarà andato, sarai ricco nella perdita” diceva Rebecca Solnit.

Dimenticare è impossibile. Il fatto è che più dirai a te stesso “Non pensarci”, e più la tua mente ti riporterà lì dove non vuoi stare. Il risultato è inconcludente se ti ostini a rivolgere l’attenzione al problema.

Ma se ti dicessi che il passato non è altro che un maestro e, come tale, ti aiuta ad evolvere? Se ti dicessi che gli errori commessi non sono altro che lezioni? E che proprio da quelle lezioni puoi trarne grandissimi benefici? Cosa faresti?

E se, ancora, ti dicessi che stai attuando un meccanismo autodistruttivo? E che puoi dare una svolta a questa storia?
Cosa faresti?

Guarda la vita con occhi diversi

In altre parole, hai bisogno di capire che guardando indietro, impari; guardando avanti, vivi.

Perciò sposta la tua attenzione da fuori a dentro, e da dentro a fuori. Esci dalla caverna e danza in armonia con l’infinita bellezza della luce divina. È un’imperdibile avventura, questa vita.

Come spiego in questo articolo, affinché tu possa vivere in un modo e in un mondo migliore, è fondamentale che tu parta da te, con te. Non ci sono altre alternative. Tu sei l’origine di ogni cosa, nonché il creatore della tua realtà.

Liberati di tutto quello che ti blocca, come in questo caso possono essere le paure, i rimpianti, i rancori e le inutili critiche. Piuttosto lavora su ciò che ti serve veramente: fare ordine nella mente.

Sarà la tua fioritura a portarti frutti nutrienti.


Andare avanti, a piccoli passi


1. Accetta ciò che è stato. Ammetti a te stesso come sono andate le cose e arrenditi al ricordo. È il primo passo, quello che ti richiede enorme coraggio: guardare negli occhi la realtà e prenderla così per com’è.

2. Apprendi l’insegnamento che sta alla base dell’accaduto. Fa che esso sia costruttivo e positivo per la tua evoluzione. Puoi decidere come interpretare gli eventi.

3. Adesso perdona e perdonati. Smettila di provare sofferenza per gli errori commessi. Ricordati che siamo anime venute su questa terra per fare esperienze umane. Errare è umano, ed è parte del processo di crescita. E ricordati inoltre che quando perdoni non significa che approvi determinati atteggiamenti ma, al contrario, ti stai dando il permesso di andare avanti a testa alta. È sempre una tua decisione.

4. Sperimenta la gratitudine nel profondo del tuo cuore, sia per ciò che se né andato via e sia per ciò che è rimasto qui con te. Ringrazia per questo momento pieno di occasioni, ringrazia la vita per la sua generosità e la Natura per il suo amore. Poi ringrazia te stesso, per lo straordinario lavoro che stai facendo.

5. Fai spazio nel cuore e nella mente per accogliere il nuovo.

6. Dai il meglio al presente, per ottenere il meglio dal futuro. È tutto qui quello che ti serve, è tutto qui quello che sei, è tutto qui quello che cerchi. Il momento di agire è sempre Ora.

7. Tutte le volte che ti trovi in preda ad una forte emozione negativa, scrivila. Rispondi alle domande “Come mi sento? Come sto reagendo? Cosa posso fare per stare meglio? Cosa posso imparare?”. Ti aiuterà a rielaborare la situazione.

8. Rilassati, respira, medita. Non c’è cosa più saggia che scegliere di incontrare pacificamente la realtà. Vai avanti consapevolmente, a piccoli passi.


Apri il tuo cuore

In aggiunta ti dico: permetti al tuo cuore di aprirsi totalmente. Risveglialo dolcemente, cosicché esso guarirà tutte le tue ferite. Perché la salvezza, quella vera, la puoi trovare nell’Amore.

Quando hai un cuore aperto, ami ciò che arriva e ciò che va via… Indipendentemente da tutto, ami. E l’amore implica il lasciar andare. Per di più ricorda: vince chi ama.


Mandami una email nel caso in cui ti servisse una consulenza. Sono qui per te. Ti leggerò e ti risponderò con piacere.


Nel frattempo, con la speranza che questo articolo ti sia stato di aiuto, voglio consigliarti l’ascolto di una delle mie canzoni preferite. Un inno alla pace, all’amore e al perdono. La eseguivano i Beatles negli anni ’70. Inizia così:

When I find myself in times of trouble
Mother Mary comes to me
Speaking words of wisdom, let it be”.


Un abbraccione,
Sara.